Studio Palmisano

Il diritto dell'ambiente, il diritto penale del lavoro, la responsabilità medico – sanitaria, il diritto penale dei giochi e delle scommesse, nonché, in chiave preventiva, la sicurezza sul lavoro e gli adempimenti gravanti sulle persone giuridiche ai sensi della legge 231\2001 (codice etico, modello di organizzazione, gestione e controllo....), sono materie accomunate fondamentalmente da un elemento: esse costituiscono un illuminante esempio dell'incidenza delle determinanti, in senso lato, ambientali sui livelli di qualità della vita delle persone, sulla loro stessa salute, nella società occidentale; quella che è stata definita da uno studioso tedesco "la società del rischio."

Esse, per qualità e quantità degli interessi e dei diritti che vi sono sottesi, costituiscono l'autentica frontiera del diritto penale del terzo millennio.

Lo Studio Palmisano si occupa prevalentemente di queste materie.
Sul livello qualitativo con cui questo Studio svolge questa attività, si lasciano valutare gli assistiti che hanno beneficiato delle nostre prestazioni professionali.

7,50 euro all'ora

on . Postato in Blog

Riders, collaboratori aziendali, partite Iva ....

I lavoratori delle consegne di pasti a domicilio per conto delle piattaforme multinazionali (o delle multinazionali in forma piatta, a seconda dei gusti) oggi sono considerati in quei variegati modi.

E trattati giuridicamente di conseguenza.

Semplicemente, non sono lavoratori dipendenti.

RITARDI

on . Postato in Blog

Capita che l'Agenzia Europea per l'ambiente predisponga una mappa europea degli inquinanti dell'aria.

La mappa "Air Quality Index" raccoglie i dati di oltre 2mila centraline, ogni tre ore si aggiorna e misura i diversi inquinanti dannosi per salute e ambiente: le micropolveri PM10 e PM2.5, Ozono, diossido di zolfo (SO2) e diossido di azoto (NO2).

La qualità dell'aria è classificata secondo questi parametri: Good, Fair, Moderate, Poor, Very poor, No data.

Capita che alcuni, pochi, Paesi europei risultino completamente "no data": le loro centraline sono assenti dai conteggi.

IL RACCONTO DELL'ETICHETTA

on . Postato in Blog

Un'etichetta che parla, che racconta la storia della pasta che stiamo per mangiare o dell'olio che stiamo per degustare.

Che spiega le materie prime, l'ambiente, il lavoro, le regole che stanno dentro un alimento.

Che fa capire il suo valore e, quindi, il suo prezzo.

Un pasto che diventa anche lettura e intelligenza del cibo che mangiamo; quindi, in qualche modo, dell'ambiente in cui viviamo.

Social network e minori: un genitore non può postare foto dei figli se l’altro non è d’accordo.

on . Postato in Blog

Il Tribunale civile di Mantova ha stabilito che costituisce comportamento illecito, perché potenzialmente pregiudizievole per i bambini, la pubblicazione su social network di immagini di minori da parte di uno dei genitori quando l'altro sia espressamente contrario a ciò.

La vicenda

Nel caso di specie oggetto di pronuncia la madre dei minori, con un precedente accordo in sede di separazione dei coniugi, si era specificamente obbligata a non pubblicare le foto dei figli sui social network e a rimuovere quelle già "postate" stante la ferma opposizione del padre a che ciò avvenisse.

Foto Vai

Photogallery

Visita la photogallery

Videogallery Vai

Videogallery

Visita la videogallery

Media Vai

Media

Visita la sezione media

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere informato sulle nostre attività.

Servizi

  • Consulenza
  • Difesa giudiziale
  • Assistenza stragiudiziale
  • Docenze e divulgazione

Contattaci

Via Bissolati, 26
72015 Fasano (Br)

Mappa
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Google Plus