Studio Palmisano

Il diritto dell'ambiente, il diritto penale del lavoro, la responsabilità medico – sanitaria, il diritto penale dei giochi e delle scommesse, nonché, in chiave preventiva, la sicurezza sul lavoro e gli adempimenti gravanti sulle persone giuridiche ai sensi della legge 231\2001 (codice etico, modello di organizzazione, gestione e controllo....), sono materie accomunate fondamentalmente da un elemento: esse costituiscono un illuminante esempio dell'incidenza delle determinanti, in senso lato, ambientali sui livelli di qualità della vita delle persone, sulla loro stessa salute, nella società occidentale; quella che è stata definita da uno studioso tedesco "la società del rischio."

Esse, per qualità e quantità degli interessi e dei diritti che vi sono sottesi, costituiscono l'autentica frontiera del diritto penale del terzo millennio.

Lo Studio Palmisano si occupa prevalentemente di queste materie.
Sul livello qualitativo con cui questo Studio svolge questa attività, si lasciano valutare gli assistiti che hanno beneficiato delle nostre prestazioni professionali.

Studi epidemiologici e (vuoti di) tutela penale della salute pubblica

on . Postato in Blog

Aumentano gli studi scientifici che attestano il rapporto causale tra inquinamento ambientale e danni alla salute delle popolazioni. Ma la tutela penale della salute e della vita delle persone registra ancora troppi buchi, proprio in uno degli ambiti più nevralgici.

La Valutazione dell'impatto sulla salute della Val d'Agri.

Ancora evidenze scientifiche della correlazione tra inquinamento ambientale di un dato territorio e malattie e mortalità della popolazione che vive e lavora in quello stesso ambiente.

Locazione di immobili a clandestini: quando è reato.

on . Postato in Blog

Costituisce reato la condotta di colui che concede in locazione un immobile ad uno straniero privo di permesso di soggiorno al momento della stipula del contratto al fine di trarne un ingiusto profitto; il dolo specifico del reato può anche essere desunto da condizioni contrattuali oggettivamente più vantaggiose per l'agente, ma che non devono necessariamente tradursi in un rapporto contrattuale eccessivamente gravoso per lo straniero.

Diffamazione e assemblee condominali: quando il contesto giustifica la condotta criminosa.

on . Postato in Blog

Ai fini della sussistenza del reato di diffamazione occorre tener conto del contesto in cui vengono pronunciate le espressioni potenzialmente lesive dell'altrui reputazione; ne consegue che in un ambito notoriamente litigioso, come quello di un'assemblea condominiale, i giudizi espressi e contestati come diffamatori sono scriminabili proprio in virtù di tale contestualizzazione.

I fatti

La vicenda oggetto di sentenza (la n. 31079 del 22 giungo 2017) è quella di un uomo, imputato del reato di diffamazione per aver allegato al verbale di un'assemblea condominiale una lettera nella quale definiva un'altra condomina, di professione avvocato, come "notoriamente litigiosa e mal pagatrice".

Foto Vai

Photogallery

Visita la photogallery

Videogallery Vai

Videogallery

Visita la videogallery

Media Vai

Media

Visita la sezione media

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere informato sulle nostre attività.

Servizi

  • Consulenza
  • Difesa giudiziale
  • Assistenza stragiudiziale
  • Docenze e divulgazione

Contattaci

Via Bissolati, 26
72015 Fasano (Br)

Mappa
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Google Plus