PAESAGGI

Da una parte, c'è l' "urban sprawl": un'estensione incontrollata di una città, che divora la campagna circostante.

Come una malattia.

Quella campagna sparisce, non c'è più; ma il territorio nuovo che ne scaturisce non è ancora città.

Forse, non lo sarà mai.

E' solo "un continuum edificato a bassa densità".

In pratica, un'altra distesa, più o meno grande, di escrescenze architettoniche.

Un non luogo.

Dall'altra parte, c'è un abbandono dei terreni coltivati che si allarga, anch'esso, a macchia d'olio.

Che non dovrebbe proprio esser salutato con giubilo neoarcadico come un salvifico "ritorno alla natura" di spazi occupati indebitamente dall'uomo.

Più che altro, dovrebbe esser visto come una tra le principali condizioni di un ulteriore aggravamento del dissesto idrogeologico che già affligge vasti territori di questo Paese. Con tutto quel che ne può derivare.

Il paesaggio agricolo italiano è stretto in questa tenaglia.

E' quanto emerge dal recente "Rapporto sulle politiche del paesaggio" diffuso pochi giorni fa dal Ministero dei Beni culturali.

Questo processo di erosione su due fronti porta risultati come la perdita, in media, ogni anno, di uno spazio rurale di circa 3000 kmq, poco meno dell'intera Valle d'Aosta.

Intanto, il disegno di legge che dovrebbe provare a contrastare questo ameno scenario continua a giacere in coma indotto in uno spazio che si conferma uno dei più resistenti a qualsivoglia forma di consumo di suolo e di alterazione del paesaggio: i retrobottega delle aule parlamentari.

In attesa che l'imminente fine della legislatura porti con sé anche la conclusione delle sofferenze dello sfortunato testo normativo.

Per non dire delle speranze di salvare quel che resta del paesaggio nazionale.

Avv. Stefano Palmisano.

Foto Vai

Photogallery

Visita la photogallery

Videogallery Vai

Videogallery

Visita la videogallery

Media Vai

Media

Visita la sezione media

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere informato sulle nostre attività.

Servizi

  • Consulenza
  • Difesa giudiziale
  • Assistenza stragiudiziale
  • Docenze e divulgazione

Contattaci

Via Bissolati, 26
72015 Fasano (Br)

Mappa
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Google Plus